Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie anche di terze parti. Per maggiori informazioni vi invitiamo a leggere l'informativa 

Arti Marziali

Wing Txun
Kung fu

La scuola dell’acqua
di Sifu Rossi


"... Mi sono staccato dall’organizzazione nella quale ho iniziato a praticare wing chun per ragioni tra le quali spiccano quelle di carattere tecnico. Non mi riconoscevo più in ciò che veniva insegnato e trovavo fossero necessarie delle profonde modifiche se si voleva che i principi dell’arte dovessero – come credo – essere rispettati. Per questa ragione, avvalendomi dell’esperienza maturata e delle personali considerazioni critiche che si erano sviluppate parallelamente ad essa, ho elaborato una mia interpretazione, il Wing Txun, che – appunto – tiene in gran conto i principi dell’evitare la forza dell’avversario e del conservare quella che chiamo “lucidità” nei movimenti. In base a questa lunga premessa, non posso più dire di avere un maestro di riferimento. E questo – ripeto – non perché non riconosca chi mi ha fatto crescere nel mio percorso marziale, ma perché ho elaborato personalmente e indipendentemente ciò che pratico e insegno oggi...“ - Sifu Luigi Rossi -



Il WING TXUN di Sifu Luigi Rossi si pone a metà strada tra quegli stili del Kung Fu che si concentrano sullo studio dell’energia interiore e quelli che si focalizzano sulla fisicità e il contrasto con una forza esterna. Il nostro stile poggia le fondamenta sul Wing Chun sviluppato da Yp Man (Ye-Wen), e il merito di Sifu Rossi è quello di aver ridato importanza ai principi autentici dell’arte. Uno stile pratico, essenziale, efficace in situazioni reali, ideato per contrastare aggressori fisicamente piu’ potenti, ideale per l’autodifesa femminile. Il corso prevede lo studio della tecnica di combattimento a mani nude con applicazioni pratiche, lo studio della guardia, della distanza, del pre-combattimento, della difesa da strada e sotto stress, con simulazioni di possibili aggressioni. Nella nostra scuola dell’acqua non vengono insegnate mosse, contromosse, parate etc., che nelle situazioni reali risultano spesso inefficaci. Fin dai primi mesi l'allievo assiduo e motivato impara a gestire situazioni di pericolo, aggressioni... e man mano che progredisce accede alla vera essenza del nostro stile ...

Caratteristiche del Corso:

  • è adatto sia alle donne che agli uomini può essere praticato da giovani come anche dai meno giovani
  • è efficace contro ogni tipo di attacco
  • non richiede qualità atletiche o caratteristiche fisiche particolari
  • allena il corpo e la mente, contribuisce a migliorare e potenziare l’equilibrio psicofisico

 

Percorso formativo

Introduzione ai principi specifici dello stile: liberarsi della propria forza, evitare la forza dell’avversario, concetti e tecniche di “equilibrio dinamico” e lucida gestione dei movimenti del corpo e della mente

I grado e II grado – PUGNI A CATENA (I grado), con tecniche di attacco e difesa simultanei ( guardia, cuneo) coordinati con i CALCI (II grado ), e i PASSI, primi elementi di movimento e gestione del corpo.

III grado - LAT SAO CINESE; attraverso tecniche appropriate, si impara a riconoscere e sfruttare i punti deboli nella difesa dell’avversario. (In questa fase si approfondiscono gli aspetti e la pratica della Lat-Sao Form elaborata da Sifu Luigi Rossi, strumento fondamentale per una corretta gestione dell’equilibrio dinamico e della “lucidità” nei movimenti)

IV grado - STUDIO DELLA DISTANZA - Mantenere una corretta distanza dal proprio aggressore è condizione imprescindibile per ogni disciplina marziale. Distanza che deve assicurare l'incolumità dai colpi dell'avversario e al contempo permettere in ogni momento di prendere l'iniziativa per attaccare, ricorrendo ad adeguate strategie (lat-zao cinese); assumere distanze sbagliate dall'avversario provoca perdita di lucidità, a causa della conseguente incontrollata sensazione di pericolo, cui il corpo non riesce a reagire: oppresso da troppi segnali di allarme, la lucidità del praticante va in tilt, facendogli perdere, assieme alla tecnica studiata anche la grinta e la voglia di vincere

V grado - BLITZ DEFENCE, a completamento delle tecniche di attacco e difesa, prevede una distanza più ravvicinata e rappresenta quindi una situazione di maggior rischio che il praticante deve imparare a gestire. Tecniche con attacchi sotto stress e gestione dell’escalation (aggressione verbale, controllo del panico, lucidità) – Aspetti legali dell’autodifesa.

VI grado - CHI SAO (basi), tecniche di gestione del contatto con l’avversario. In questa fase l’allievo impara a riconoscere per mezzo del tatto le direzioni della forza che l’avversario imprime ai propri attacchi, e a sfruttarle a proprio vantaggio.

VII grado - 1° sezione di CHI SAO, approfondimento dell’analisi del contatto con l’avversario per mezzo di tecniche prestabilite.

VIII grado - LOTTA contro PIU’ AVVERSARI, studio delle tattiche di difesa da più soggetti, approfondimento gestione del panico e incremento della lucidità con adeguate tecniche di respirazione ed esercizi per sviluppare la percezione ambientale; previste sessioni di sparring.

IX grado - LOTTA a TERRA, a integrazione del panorama di situazioni che l’allievo deve imparare a fronteggiare applicando i principi dello stile.

X grado - DIFESA DA ARMI BIANCHE (coltelli e bastoni) tecniche appropriate per affrontare avversari armati

XI grado - SOFT CONTROL, strategie di immobilizzazione dell'avversario: tramite tecniche morbide controllare arrecando meno danno possibile, senza combattere.

VERIFICA FINALE
Ognuno degli undici gradi impegna l’allievo per circa 32ore di pratica specifica, al termine dei quali è prevista una verifica, svolta da Sifu Luca Volino e sotto la supervisione del caposcuola, Sifu Luigi Rossi.
In caso di esito positivo della verifica, all’allievo viene rilasciato un attestato di grado, che gli permette di accedere all’insegnamento del grado successivo.
Al quinto grado (dopo la BLITZ DEFENCE) e all’undicesimo (completamento del programma allievi) le verifiche prendono la forma di esami, tenuti da Sifu Rossi, dove l’allievo deve dimostrare di padroneggiare adeguatamente tutte le tecniche apprese.

Organizzazione del Corso:
Lezioni il Lunedì e Mercoledì dalle 19 alle 20,30 (3 ore settimanali) Stage mensile con Sifu Luigi Rossi (dal III grado in poi) - Verifica-esame per il passaggio di grado (ogni 3/4 mesi circa, novembre, marzo, giugno) Struttura di massima delle lezioni: RISCALDAMENTO (allenamento soft per elasticizzare le articolazioni, correggere postura, equilibrio e spostamenti, favorire la concentrazione mentale, tecniche di respirazione) POWER TRAINING - LAT SAO FORM - TEORIA (principi, tecniche, esempi di applicazioni pratiche, wooden dummy etc.) - STUDIO E APPLICAZIONE DELLE TECNICHE (in base al livello dell’allievo )





logo franco rea
Copyright 2017 - Franco Rea, Lavorazioni Multimediali